{"id":"99","html":"
\n \n\n\n
n. 1 anno I - 21 marzo 2014<\/div><\/div>\n \n
\n
\n Primo piano<\/span>\n <\/div>\n
\n

Summerhill: un\u2019educazione libertaria<\/h1>\n di Sara Conversi<\/span>\n <\/div>\n <\/div>\n \n
\n

Attraverso un differente modello educativo i giovanissimi studenti della storica scuola inglese non imparano materie scolastiche: scoprono invece come conoscersi ed essere se stessi<\/h2><\/div>\n <\/div>\n \n
\n
<\/div>\n
\n

Grazie all’energia e all’entusiasmo contagioso di Michael Newman, insegnante alla scuola di Summerhill<\/strong>, ospite del seminario tenutosi presso il comitato Uisp Parma il 7 marzo, abbiamo imparato che attraverso un sistema scolastico libertario l’educazione torna autenticamente se stessa, rivolgendosi alla persona nel suo insieme e nel suo complesso di relazioni sociali. Ci si educa reciprocamente al rispetto, alla democrazia, alla responsabilità, alla conoscenza di sé e all’aiuto reciproco.<\/p>\n

\"Michael<\/p>\n<\/div>\n

\n